Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Carta d’Identità Elettronica (CIE)

Che cos’è la Carta d’Identità Elettronica (CIE)?

La Carta di Identità Elettronica (CIE) è un documento di riconoscimento e di viaggio per potersi spostare nei Paesi dell’Unione Europea, negli Stati dello Spazio Schengen non UE (Islanda, Norvegia, Svizzera, Liechtenstein) e in quelli in cui vigono particolari accordi internazionali; al riguardo, per ulteriori e più dettagliate informazioni, si consiglia di consultare il sito Viaggiare Sicuri .
Viene emessa dal Ministero dell’Interno e prodotta dal Poligrafico e Zecca dello Stato .

Chi può richiedere il rilascio della Carta d’Identità Elettronica presso la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia in Quito? Quali sono i requisiti?

Per poter chiedere il rilascio della CIE è necessario essere cittadini italiani residenti in Ecuador, già iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero). L’iscrizione all’A.I.R.E. può essere effettuata attraverso il portale Fast It senza necessità di recarsi presso la Cancelleria Consolare.

È indispensabile che il richiedente la CIE abbia una situazione di stato civile aggiornata presso l’amministrazione italiana. A tal fine, gli atti relativi ad eventi (matrimonio, nascita figli, divorzio, ecc.) non avvenuti in Italia dovranno essere già stati presentati all’Ufficio Consolare o al Comune italiano di competenza. Si prega di consultare la sezione di Stato Civile .

Per i cittadini italiani nati all’Estero, è necessario che il relativo atto di nascita risulti già trascritto nei registri di Stato Civile del Comune italiano di riferimento.

Per il rilascio della CIE è necessario essere titolare di un Codice Fiscale validato dall’Agenzia delle Entrate. Nel caso in cui si sia sprovvisti di Codice Fiscale, si potrà farne richiesta seguendo le istruzioni .

Quando presentare la domanda per il rilascio della CIE?

La richiesta di una nuova CIE può essere presentata a partire da sei mesi (180 giorni) prima della scadenza della precedente Carta d’Identità Cartacea (CIC) o CIE, oppure in qualsiasi momento, nel caso di primo rilascio.

ATTENZIONE: si invitano gli interessati a presentare la domanda per ottenere la CIE solamente in caso di effettivo bisogno e con congruo anticipo.

Come si presenta la domanda per il rilascio della CIE?

La richiesta della CIE deve essere presentata esclusivamente per il tramite di posta elettronica (consolare.quito@esteri.it) allegando la seguente documentazione che varia a seconda dello status familiare del richiedente. Tutta la documentazione dovrà essere scansionata a colori ed unicamente in formato PDF:

CITTADINO MAGGIORENNE

  • Modulo di richiesta di rilascio/rinnovo/duplicato CIE, interamente compilato e firmato (scarica qui il modulo);
  • Documenti di riconoscimento italiani (Passaporto e Carta d’identità cartacea o elettronica) di cui si è in possesso, anche se scaduti, in un’unica pagina; Se non si è in possesso di nessuno dei due documenti di riconoscimento, il richiedente dovrà presentarsi al futuro appuntamento accompagnato da due testimoni, cittadini italiani, che dovranno disporre di un documento di identità valido ed in originale;
  • In caso di furto/smarrimento/deterioramento della Carta d’identità italiana cartacea (CIC) o elettronica (CIE): copia della denuncia da presentare presso la locale FISCALIA, che potrà essere effettuata anche per via telematica al seguente link: https://www.fiscalia.gob.ec/denuncias-en-linea-para-turistas/ .

 

CITTADINO MINORE DI ANNI 18

  • Modulo di richiesta di rilascio/rinnovo/duplicato CIE, interamente compilato e firmato (scarica qui il modulo);
  • Documenti di riconoscimento italiani del minore e di entrambi i genitori (Passaporto e Carta d’identità cartacea o elettronica) di cui si è in possesso, anche se scaduti, in un’unica pagina; il genitore straniero allegherà la Cedula de identidad ecuatoriana in corso di validità; se si tratta del primo documento di identità italiano del minore si allegherà anche la Cedula de Identidad ecuatoriana del minore in corso di validità;
  • In caso di furto/smarrimento/deterioramento della Carta d’identità italiana cartacea (CIC) o elettronica (CIE): copia della denuncia da presentare presso la locale FISCALIA, che potrà essere effettuata anche per via telematica al seguente link: https://www.fiscalia.gob.ec/denuncias-en-linea-para-turistas/ .

Una volta terminata la lavorazione della richiesta, il connazionale riceverà una e-mail con la quale gli sarà comunicato l’esito ed in caso positivo sarà autorizzato ad effettuare un appuntamento sul portale Prenot@Mi .

La copia del predetto messaggio di autorizzazione dovrà essere consegnata allo sportello consolare il giorno dell’appuntamento.

Per ulteriori informazioni in merito al portale di appuntamenti Prenot@Mi cliccare qui . Le prenotazioni effettuate per tale servizio da utenti non previamente autorizzati saranno cancellate.

Dal momento della trasmissione della richiesta della CIE, inviata via email, alla comunicazione dell’esito e dell’eventuale invito a fissare un appuntamento potranno trascorrere almeno 15 giorni, necessari per consentire agli operatori consolari di effettuare il controllo dei dati anagrafici, risolvere eventuali disallineamenti e verificare che non sussistano cause ostative al rilascio del documento.

Quale documentazione deve essere presentata il giorno dell’appuntamento per la richiesta di rilascio della CIE?

CITTADINO MAGGIORENNE

  • Documenti di identità in originale, le cui copie a colori sono già state precedentemente inviate via email. Se non si è in possesso di nessuno dei due documenti di riconoscimento, il richiedente dovrà presentarsi accompagnato da due testimoni, cittadini italiani, che dovranno disporre di un documento di identità valido ed in originale;
  • Una fototessera a colori – sfondo bianco – standard ICAO – 45mm x 35mm;
  • Ricevuta originale del pagamento della tassa consolare per il rilascio/rinnovo della CIE o per l’emissione di duplicato per furto/smarrimento o deterioramento di CIE ancora in corso di validità (vedi informazioni al paragrafo successivo).

CITTADINO MINORE DI ANNI 18

La presenza di entrambi i genitori è sempre obbligatoria per i minori da 0 a 18 anni non ancora compiuti.

La presenza del minore in Cancelleria Consolare il giorno dell’appuntamento è obbligatoria solo a partire dai 12 anni di età, ai fini della rilevazione dei dati biometrici (impronte digitali) e per la firma.

Per i minori da 0 a 12 anni non ancora compiuti, se si tratta del primo documento di identità italiano del minore, sarà necessaria la presenza del minore stesso presso la Cancelleria Consolare il giorno dell’appuntamento, oppure in alternativa, i genitori dovranno esibire la Cedula de Identidad ecuatoriana, in originale, rilasciata non oltre sei mesi prima del giorno dell’appuntamento. Se i predetti minori sono già in possesso di un precedente documento di identità italiano (anche se scaduto, smarrito, rubato o deteriorato, ecc.) non dovranno presentarsi.

  • Documenti di identità in originale, le cui copie a colori sono già state precedentemente inviate via email.
  • Una fototessera a colori – sfondo bianco – standard ICAO – 45mm x 35mm;
  • Ricevuta originale del pagamento della tassa consolare per il rilascio/rinnovo di CIE o per l’emissione di duplicato per furto/smarrimento o deterioramento di CIE ancora in corso di validità (vedi informazioni al paragrafo successivo).

Nel corso dell’appuntamento, l’operatore consolare acquisirà i dati biometrici (rilevazione delle impronte digitali) e la firma dell’utente, che verranno registrati in sicurezza all’interno del microchip presente nella propria CIE. Si fa presente che al momento attuale le uniche apparecchiature per la rilevazione dei dati biometrici sono presenti solamente presso la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata a Quito.

Lo stesso giorno dell’appuntamento, l’operatore dovrà annullare la vecchia CIE o Carta d’Identità Cartacea (CIC), sempre che la stessa sia ancora valida. A seguito di questa operazione, la vecchia carta conserverà il valore di documento di riconoscimento, ma non potrà più essere utilizzata come documento di viaggio. Si raccomanda, dunque, di essere muniti di un altro documento di viaggio in attesa che la nuova CIE venga recapitata.

La CIE viene stampata in Italia dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e successivamente inviata alla Cancelleria Consolare o al Consolato Onorario in Guayaquil, a partire da 15 giorni dall’invio in produzione, pertanto i tempi di consegna possono variare a seconda dei Paesi di destinazione. Una volta ricevuto il plico con la CIE, i predetti Uffici si incaricheranno di contattare l’interessato ed effettuare la consegna. Nel corso dell’appuntamento l’interessato opterà presso quale delle due citate Sedi vorrà ritirare la CIE.

IL DOCUMENTO, PERTANTO, NON VIENE RILASCIATO A VISTA IL GIORNO DELL’APPUNTAMENTO.

Quanto costa la CIE?

Ai fini del rilascio della CIE occorre effettuare il versamento della Tariffa Consolare vigente, in Dollari USA, corrispondente all’Art. 28C rilascio/rinnovo oppure all’Art. 28D duplicato di CIE, da realizzare presso il Banco Pichincha, verificando l’importo e seguendo le istruzioni consultabili al seguente link https://ambquito.esteri.it/it/servizi-consolari-e-visti/servizi-per-il-cittadino-italiano/tariffe-consolari-of/ .

Gli importi sopra citati, per effetti del tasso di cambio Euro/Dollaro USA, variano trimestralmente il 1º gennaio,1º aprile,1º luglio e 1º ottobre di ogni anno, pertanto, si prega di verificare l’importo prima di effettuare il versamento.

Per RILASCIO si intende la prima emissione dia CIE.
Per RINNOVO si intende il rilascio di una nuova CIE in sostituzione della precedente CIC-Carta di Identità Cartacea/CIE scaduta.
Si considererà RINNOVO anche l’emissione della CIE richiesta dal connazionale già in possesso di CICCarta di Identità Cartacea o CIE di vecchia generazione (versione 2007) ancora in corso di validità, quindi prima dei 180 giorni anteriori alla scadenza.
Per DUPLICATO si intende unicamente il rilascio di una nuova CIE in sostituzione della precedente CIE, smarrita, rubata o deteriorata, ma ancora in corso di validità.

Quale è la durata del documento CIE?

La validità della CIE varia a seconda dell’età del titolare al momento della richiesta del documento; in particolare, la CIE scade al primo compleanno dopo:

  • 3 anni dalla data di emissione per i minori che hanno meno di 3 anni di età;
  • 5 anni dalla data di emissione per i minori con un’età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni per i maggiorenni, pertanto scade dopo 9 anni più i giorni intercorrenti fra la data della richiesta e la data di nascita.

La CIE ha una validità limitata a 12 mesi dalla data di emissione nel caso – eccezionale – in cui sia rilasciata a cittadini impossibilitati temporaneamente al rilascio delle impronte digitali.

Per ulteriori informazioni NON presenti in questa sezione scrivere a: consolare.quito@esteri.it .

Informazioni generali