Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Anagrafe Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.)

VIDEO TUTORIAL

Che cos’è l’A.I.R.E.?
L’A.I.R.E. è l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero. L’iscrizione all’AIRE è un diritto/dovere di tutti i cittadini italiani (Art. 6, L. 470/1988) che risiedono fuori dall’Italia per periodi superiori a un anno (12 mesi).
Essere iscritto all’AIRE consente l’accesso ai servizi consolari come:

  • Partecipare con il proprio voto (per corrispondenza) alle elezioni politiche ed ai referendum;
  • Richiedere il passaporto;
  • Richiedere certificazioni e rinnovare la patente di guida.

Chi deve iscriversi all’AIRE?
Tutti i cittadini italiani che trasferiscano la propria residenza in Ecuador per periodi superiori ai 12 mesi. Persone in possesso della cittadinanza italiana e che abbiano la residenza permanente in Ecuador. Per dimostrare il possesso della cittadinanza, si deve produrre uno dei documenti seguenti:

  • Il passaporto italiano;
  • Il Certificato di cittadinanza rilasciato dal Comune di residenza o da un Consolato o Ambasciata in paesi terzi e documento d’identità’;
  • La carta d’identità italiana;
  • La sentenza di riconoscimento della cittadinanza e documento d’identità’.

Come devo effettuare la mia iscrizione all’AIRE?
L’iscrizione all’AIRE viene effettuata rapidamente ed agilmente attraverso il Portale Fast It .

In caso di problemi contattare l’Ufficio Consolare via email per ottenere le necessarie istruzioni: consolare.quito@esteri.it .

L’iscrizione all’AIRE è automatica se il cittadino ha presentato il proprio atto di nascita all’Ambasciata d’Italia in Quito o ad altri Consolati nel mondo ai fini del riconoscimento della cittadinanza. In tale caso non dovrà essere effettuata la pratica di Iscrizione all’AIRE sul Portale Fast It .

Nel caso di famiglie con figli minorenni, la domanda di iscrizione all’AIRE o di aggiornamento del domicilio dovrà essere effettuata esclusivamente dal genitore con cittadinanza italiana, inserendo i nomi di tutti i familiari con esso conviventi. I minorenni non possono richiedere individualmente l’iscrizione all’AIRE. Qualora il genitore italiano non fosse residente in Ecuador, prima di effettuare la pratica, si dovrà contattare l’indirizzo consolare.quito@esteri.it  per chiedere istruzioni.

Documenti accettati come prova di residenza in Ecuador:
Visto di permanenza in Ecuador, Carta d’identità ecuadoriana, bollette di utenze domestiche, Contratto di lavoro o di affitto, Documento che certifica l’iscrizione a Scuole ed Università, ecc..

Aggiornamento del domicilio quando il cittadino è già iscritto all’AIRE
Previamente alla compilazione del modulo online, può essere verificata l’esattezza dei propri dati sul Portale Fast It, accedendo alla sezione “Visualizzare la propria scheda anagrafica”.

Se l’indirizzo registrato corrisponde all’indirizzo attuale, non deve fare nessun aggiornamento.

L’aggiornamento va effettuato attraverso il Portale Fast It, selezionando l’opzione “Comunicare la variazione della propria residenza”.

I dati devono essere aggiornati:

  • se l’indirizzo di residenza è variato, tenendo in conto che il Codice Postale è obbligatorio e che può essere verificato accedendo al sito web ufficiale http://www.codigopostal.gob.ec
  • se non esistono variazioni di indirizzo ma nella “Scheda Anagrafica” non risulta il Codice Postale http://www.codigopostal.gob.ec

Variazione di Circoscrizione Consolare

I connazionali che si spostano da una Sede consolare ad un’altra hanno la possibilità di segnalarlo tramite il Portale Fast It.
Il sistema, in base all’input dell’utente, discrimina automaticamente se il cittadino ha intenzione di segnalare un semplice cambio di indirizzo, senza cioè modificare il Consolato di riferimento, od invece mutare la Circoscrizione Consolare, in ogni caso attivando la relativa procedura. Nel secondo caso vengono coinvolte due Sedi: la Sede di origine, e la Sede di destinazione.

Cosa accade se non ci si iscrive all’A.I.R.E.

L’iscrizione all’A.I.R.E. è effettuata a seguito di dichiarazione che l’interessato deve rendere all’Ufficio consolare competente per territorio entro 90 giorni dal trasferimento della residenza e comporta la contestuale cancellazione dall’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) del Comune di provenienza.  Chiunque, avendo obblighi anagrafici, contravviene alle disposizioni della Legge 24 dicembre 1954, n. 1228, della Legge 27 ottobre 1988, n. 470, e dei regolamenti di esecuzione delle predette leggi è soggetto a sanzioni pecuniarie amministrative, così come previsto dalla Legge 30 dicembre 2023, n. 213. L’Autorità competente all’accertamento e all’irrogazione della sanzione è il Comune nella cui anagrafe è iscritto il trasgressore.

Il procedimento accertativo e sanzionatorio in capo ai Comuni è disciplinato dalla L. 24 novembre 1981, n. 689, il cui art. 1 prevede che “Nessuno può essere assoggettato a sanzioni amministrative se non in forza di una legge che sia entrata in vigore prima della commissione della violazione”.

NOTA BENE

  • i connazionali residenti all’estero per verificare la propria iscrizione all’AIRE dovranno accedere alla piattaforma FAST IT, registrarsi (con nomi e cognomi presenti sul passaporto italiano) e poi visualizzare la loro SCHEDA ANAGRAFICA: https://serviziconsolarionline.esteri.it/ScoFE/index.sco. Si prega di non inviare messaggi di posta elettronica per effettuare tale richiesta;
  • i connazionali già iscritti non dovranno richiedere una nuova iscrizione all’AIRE, ma, se del caso, dovranno solamente comunicare la variazione della propria residenza;
  • i doppi cittadini che hanno completato la propria pratica di riconoscimento della cittadinanza italiana e di naturalizzazione (cittadinanza per matrimonio) attraverso questa Ambasciata sono già Iscritti all’AIRE, in quanto l’iscrizione è stata effettuata automaticamente al momento della registrazione del proprio atto di nascita. Tanto vale anche per i cittadini minorenni il cui atto è stato trascritto presso il Comune in Italia da questa Ambasciata;
  • i cittadini italiani, anche nati all’estero, che siano stati residenti in Italia, qualora non si siano re-iscritti all’AIRE al loro rientro in Ecuador, dovranno richiedere l’iscrizione allegando un certificato storico di residenza emesso dal Comune di ultima residenza in Italia.

IMPORTANTE:

  • L’Ufficio Consolare deve poter disporre di tutti i dati aggiornati del connazionale prima di poter accogliere le domande di ogni tipo di servizio
  • La trattazione della domanda di Iscrizione all’AIRE o della Comunicazione di variazione di residenza può durare da 5 a 30 giorni lavorativi dalla data d’inserimento della richiesta.
  • I documenti da allegare alla domanda di Iscrizione o Aggiornamento sul Portale Fast It debbono essere scansionati in formato PDF e a colori e debbono risultare completamente leggibili. Non sono ammessi allegati fotografati con il cellulare.

Informazioni generali