Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

NUOVE SANZIONI PER MANCATA ISCRIZIONE ALL’A.I.R.E.

AIRE nuove sanzioni

L’iscrizione all’A.I.R.E (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) è un diritto-dovere del cittadino (Legge n. 470/1988, art. 6) all’estero e costituisce il presupposto per usufruire dei servizi consolari forniti dall’Ambasciata italiana a QUITO, nonché per l’esercizio di importanti diritti.

La Legge n. 213, art. 1, comma 242 del 30 dicembre 2023 ha introdotto una sanzione fino a 1.000 euro per ogni anno di mancata iscrizione all’A.I.R.E. (cioè di omissione della dichiarazione di trasferimento della residenza all’estero), per un massimo di 5 anni, per tutti i cittadini italiani. La sanzione è disposta dal Comune di residenza in Italia.

Per ulteriori informazioni consultare la Gazzetta Ufficiale al seguente link: gazzettaufficiale.it/eli/gu/2023/12/30/303/so/40/sg/pdf

NOTA BENE

  • i connazionali residenti all’estero per verificare la propria iscrizione all’AIRE dovranno accedere alla piattaforma FAST IT, registrarsi (con nomi e cognomi presenti sul passaporto italiano) e poi visualizzare la loro SCHEDA ANAGRAFICA: https://serviziconsolarionline.esteri.it/ScoFE/index.sco. Si prega di non inviare messaggi di posta elettronica per effettuare tale richiesta;
  • i connazionali già iscritti non dovranno richiedere una nuova iscrizione all’AIRE, ma, se del caso, dovranno solamente comunicare la variazione della propria residenza;
  • i doppi cittadini che hanno completato la propria pratica di riconoscimento della cittadinanza italiana e di naturalizzazione (cittadinanza per matrimonio) attraverso questa Ambasciata sono già Iscritti all’AIRE, in quanto l’iscrizione è stata effettuata automaticamente al momento della registrazione del proprio atto di nascita. Tanto vale anche per i cittadini minorenni il cui atto è stato trascritto presso il Comune in Italia da questa Ambasciata;
  • i cittadini italiani, anche nati all’estero, che siano stati residenti in Italia, qualora non si siano re-iscritti all’AIRE al loro rientro in Ecuador, dovranno richiedere l’iscrizione allegando un certificato storico di residenza emesso dal Comune di ultima residenza in Italia.

MAGGIORI INFORMAZIONI