Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

AGGIORNAMENTO IMPORTANTE PER CHI SI RECA IN ECUADOR

Data:

12/01/2021


AGGIORNAMENTO IMPORTANTE PER CHI SI RECA IN ECUADOR

AGGIORNAMENTO IMPORTANTE PER CHI SI RECA IN ECUADOR

In data 10 gennaio 2021, il locale COE (Comitato per le Operazioni di Emergenza) ha emanato nuove disposizioni per l’ingresso in Ecuador delle persone provenienti dall’estero per via aerea, terrestre e marittima, che entreranno in vigore a partire delle ore 00h00 del 13 gennaio 2021.

1) Tutte le persone che entrano in Ecuador devono osservare le norme di biosicurezza relative al COVID-19 stabilite dal locale Ministero della Salute:

- uso obbligatorio della mascherina;

- tutti i passeggeri in arrivo negli aeroporti dell’Ecuador saranno sottoposti al controllo di un sensore termico che permetterà rilevare temperature corporee superiori ai 37.5°C;

- lavarsi le mani frequentemente con acqua e sapone oppure disinfettarle con alcool al 70% (minimo);

- osservare un distanziamento fisico di almeno 2 metri;

- tenere pulite le superfici di uso comune;

- evitare riunioni con più di 10 partecipanti in luoghi chiusi; nel caso risulti necessario effettuare riunioni in luoghi chiusi, ad essa devono prendere parte un numero inferiore a 10 persone e deve essere assicurata la necessaria ventilazione.

2) Tutte le persone che entrano in Ecuador attraverso qualsiasi punto di ingresso (aereo, terrestre e marittimo) devono presentare obbligatoriamente una prova RT-PCR negativa realizzata non prima di dieci (10) giorni dall'arrivo in Ecuador;

3) Inoltre, essi potrebbero essere comunque sottoposti in modo aleatorio al test rapido degli antigeni, il quale verrà effettuato dal personale del locale Ministero della Salute; nel caso quest’ultimo risulterà positivo, il passeggero dovrà effettuare l’isolamento obbligatorio di dieci (10) giorni presso le strutture individuate dal locale Ministero della Salute ed osservare le disposizioni che le saranno indicate dall’autorità sanitaria; nel caso che la prova rapida agli antigeni sia negativa il passeggero non dovrà realizzare l’isolamento obbligatorio.

4) Non verrà preso in considerazione nessun caso eccezionale, pertanto le compagnie aeree dovranno verificare prima dell’imbarco nel paese di origine del volo che il passeggero disponga della prova RT-PCR negativa; la compagnia aerea che non osserverà tale disposizione sarà sanzionata secondo quanto stabilito dalla legislazione corrispondente.

5) I passeggeri minori di 14 anni sono esentati dalla realizzazione della prova rapida degli antigeni al momento del loro ingresso nel paese.

6) I membri dell’equipaggio sono esentati dalla realizzazione della prova RT-PCR o della prova rapida degli antigeni.

7) Nel caso in cui un passeggero all'arrivo in Ecuador presenti i sintomi relazionabili al COVID-19 (febbre alta, tosse, malessere generale, perdita dell'olfatto, perdita del gusto, ecc.), indipendentemente dal risultato della prova RT-PCR, sarà esaminato dal personale del Ministero della Salute e verrà obbligatoriamente sottoposto alla prova rapida degli antigeni.

8) I passeggeri dovranno compilare e firmare, prima dello sbarco, la Dichiarazione Giurata di Salute del Passeggero, che sarà consegnata al passeggero da parte dell’aerolinea, la quale verrà poi presentata al personale del Ministero della Salute nella sala adibita a tal fine nel punto di entrata al paese.


359